MILANO RICORDA LEONARDO SCIASCIA

Un modo particolare per ricordare Sciascia e la sua opera. La sede milanese dello Studio Legale La Scala (sala Auditorium in via Correggio 43 a Milano) ospiterà, a partire dal 4 aprile, tre conversazioni dal titolo “Io e Sciascia”, organizzate dall'associazione Amici di Leonardo Sciascia in occasione del ventennale della sua fondazione e curate da Albertina Fontana e da Bruno Pischedda. I protagonisti delle tre conversazioni, accomunati dall'interesse per lo scrittore di Racalmuto, provengono da esperienze culturali diverse; da qui la possibilità di cogliere punti di vista differenti. Giovedì 4 aprile 2013 alle 18 si terrà il primo incontro con lo scrittore Andrea Vitali. Andrea Vitali verrà intervistato da Mauro Novelli (docente Università degli Studi di Milano) e affiderà ad una lettera il compito di esprimere sensazioni, pensieri, interpretazioni scaturite dalla lettura di testi quali L'Affaire Moro o La Sicilia come metafora. Giovedì 18 aprile 2013 alle ore 18,00 il magistrato Erminio Amelio e Guido Vitiello (docente Università degli Studi di Roma) prendendo spunto dal romanzo Porte Aperte, discuteranno di Giustizia e Verità, tema dell'opera di Sciascia. Proprio su questo rapporto tra giustizia e verità si fonda il dialogo con il magistrato Amelio, lettore di Sciascia nonché consulente del fratello Gianni per la regia del film Porte Aperte, tratto dal romanzo. Lunedì 29 aprile 2013 alle ore 18,00 l'ultimo appuntamento con l'astrofisico Giovanni Bignami intervistato da Bruno Pischedda (docente Università degli Studi di Milano). Giovanni Bignami, Accademico dei Lincei, presidente del Comitato per la ricerca spaziale e dell'Istituto nazionale di astrofisica, unisce il lavoro scientifico a una pratica di divulgazione. Dialogando con Pischedda, e partendo dal testo La scomparsa di Majorana, lo scienziato proporrà un accostamento tra orizzonti umanistici propri di Sciascia e temi che riguardano la ricerca teorica e applicata. (Giovanna Napolitano/com.unica, 31 marzo 2013)