Franco Giustolisi: L'armadio della vergogna

Sabato 28 luglio, (Bar Due P, ore 21,30) per la rassegna Libri al Borgo, Cafè du Parc a Fiuggi Città, il giornalista e scrittore Franco Giustolisi, storico inviato dell’Espresso, presenta il suo “L’armadio della vergogna” edito da Nutrimenti. Dentro un armadio, rifilato in un vano recondito della sede della Procura generale militare, in via degli Acquasparta a Roma, sono stati nascosti per sessant'anni i fascicoli contenenti i nomi dei responsabili, nazisti e fascisti di Salò, delle centinaia di stragi che hanno colpito il nostro Paese tra il 1943 e il 1945. Sant'Anna di Stazzema, Marzabotto, Fivizzano, Capistrello, Barletta, Matera e tanti altri Comuni colpiti dalla barbarie. Decine di migliaia di vittime. Gente senz'armi, civili in fuga dalla guerra. Per lo più donne, vecchi, bambini. Grazie a quell'armadio gli assassini hanno goduto di sessant'anni di impunità. Ma oggi? Oggi cosa impedisce di sapere? Chi dette l'ordine? Quale fu esattamente? Chi chiederà perdono a nome dello Stato per questa colossale ingiuria? Franco Giustolisi, che dal 1996 conduce la sua battaglia per far luce sull'Armadio della vergogna e che è stato uno dei più attivi promotori della costituzione della Commissione parlamentare d'inchiesta sulle stragi nazifasciste, racconta per la prima volta in un libro l'intera vicenda di uno dei capitoli più drammatici della nostra storia recente. Al termine dell’incontro avverrà la consegna del fondo americano Agnone-Della Valle, riguardante una importante ed inedita documentazione sui crimini di guerra, alla Biblioteca della Shoah- Il Novecento e le sue Storie di Fiuggi