FIUGGI: Serata dedicata a Mozart al Café d’Europe

Sabato sera, dopo l’incontro di Libri al Borgo (ore 21,30 Giardino dell’Excelsior, Bar DueP) dedicato alla biografia che Piero Melograni ha dedicato a Wolfgang Amadeus Mozart, le stradine e le piazzette di Fiuggi città e dell’antico Ghetto di Anticoli si illumineranno magicamente sulle note del grande musicista salisburghese.

Si tratta di una installazione visivo-sonora, pensata e realizzata da Café d’Europe, fatta di suoni e proiezioni che vestiranno di luce le antiche facciate e le chiese del paese antico. Durante la sua breve vita Mozart ha composto ben 626 opere: la prima all’età di soli 5 anni, l’ultima poco prima della sua morte. Questa prestazione straordinaria non era solo il risultato del suo particolare zelo ma risultava anche dalla sua abilità di riuscire a comporre mentre era occupato con tutt’altro, ad esempio mentre era dedito alla sua passione del gioco del biliardo. Mozart non si è limitato a comporre tantissime opere, ha creato anche uno stile proprio e inconfondibile. Le opere e i Singspiele fanno parte dei capolavori più famosi di Mozart. Complessivamente, nel corso di 25 anni, ne compose ben 20, cinque delle quali sono fra le più popolari in assoluto: "Il flauto magico" (1791) composto nel suo ultimo anno di vita; "Le nozze di Figaro" (1786), "Don Giovanni" (1787) e "Così fan tutte" (1790), tutte e tre le opere con il libretto di Lorenzo da Ponte; e il Singspiel di ispirazione orientaleggiante "Il ratto dal serraglio" (1782). Anche le opere rappresentate più raramente, come l’"Idomeneo" (1781) e "La clemenza di Tito" (1791) sono ugualmente note al pubblico meno specializzato in materia. "Bastiano e Bastianetta", il Singspiel composto all’età di soli 12 anni, è un primo vero capolavoro.
Mozart compose anche decine di sinfonie, le più eseguite nelle sale da concerto sono la "Sinfonia di Haffner (K. 385), la "Sinfonia di Praga" (K. 504) e la "Sinfonia Jupiter" (K. 551). Fra le numerose musiche da camera va menzionata la "Piccola serenata notturna", una delle sue composizioni più incantevoli e sicuramente più celebri. Mozart compose inoltre anche concerti per pianoforte e per violino ed un unico concerto per clarinetto assolutamente impressionante.
Scrisse anche una decina di messe, fra cui la "Messa dell’incoronazione", e numerosi Lieder. Il suo "Requiem", composto in fin di vita, fu portato a termine dal suo allievo Franz Xaver Süßmayr: si tratta della composizione più commovente di Mozart, commissionata da un nobile che voleva farla passare per una creazione propria – cosa che fece anche in un primo tempo.